Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

Allerta Meteo
Animali Smarriti o Ritrovati

Animali Smarriti o Ritrovati

Chiunque rinvenga animali randagi, abbandonati o vaganti in difficoltà, deve comunicare tempestivamente il loro rinvenimento alla Polizia Municipale; Il cittadino deve inoltre, per quanto possibile, effettuare la messa in sicurezza dell'animale durante l'attesa dei soccorsi.

In caso di smarrimento, il proprietario o il detentore dovrà fare denuncia, entro il terzo giorno dall'evento, alle Strutture sanitarie territoriali.

 

Adottami

I cani non tatuati e/o microchippati, previo espletamento dei controlli sanitari, saranno dati in affidamento a chi ne fa richiesta. L’affidamento è considerato provvisorio per 60 giorni, durante i quali l’Amministrazione Civica e il Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria Locale potrà effettuare verifiche in merito alla corretta gestione e al benessere dell’ animale. Trascorso tale termine, l’adozione dell’animale sarà considerata definitiva.

L' Amministrazione può stipulare convenzioni con Enti il cui statuto preveda compiti di protezione degli animali per il ricovero temporaneo presso le loro strutture dei cani custoditi nel Canile dell'Unione Valdera per controlli da effettuaresulle adozioni degli animali dei Canili Municipali, per eventuali controlli sul benessere degli animali ospitati presso strutture esterne ai canili e per la realizzazione di attività finalizzate all’adozione degli animali abbandonati.

 

Iter per la restituzione e l'adozione dei cani randagi affidati al canile "La Valle Incantata" Loc. Suciano - Lajatico

Giuridicamente l'animale rinvenuto vagante è posto sotto la responsabilità del Sindaco, e di conseguenza qualsiasi atto dispositivo del cane, dopo che questo sia stato recuperato dagli adetti del canile, deve necessariamente essere autorizzato dal Comune nel cui territorio l'animale è stato rinvenuto: questo vale sia per la restituzione al proprietario legittimo, sia per l'affidamento in adozione.

Restituzione animale detenuto nel canile

Il proprietario dell'animale detenuto nel canile dovrà recarsi presso il Comando territoriale interessato dove, previa esibizione della ricevuta del pagamento delle spese di cattura e di custodia, gli verrà rilasciata un autorizzazione da esibire al canile per il ritiro del cane.
Il canile non potrà assulutamente procedere a restituzione di cani senza la preventiva autorizzazione della Polizia Locale o degli altri uffici competenti.

Procedura per l'adozione

Al momento dell'ingresso nella struttura, il cane privo di microcip, e quindi senza proprietario, deve essere regolarmente iscritto all'anagrafe canina a cura del canile, ed intestato al Comune che lo ha consegnato, o che abbia disposto l'accalappiatura e la successiva detenzione. Solo successivamente il cane potrà essere adottato da soggetti terzi esclusivamente tramite atto formale di assenso, rilasciato dal Sindaco o da un suo delegato

  1. La richiesta di adozione del cane dovrà essere inoltrata con apposito modulo direttamente al gestore della struttura convenzionata.
  2. Ricevuta la richiesta il gestore della struttura convenzionata dovrà compilare la parte di propria competenza, e inoltrarla al Sindaco del Comune o al suo delegato.
  3. Il Sindaco, o il suo delegato, effettuate le valutazioni di competenza e qualora dalle stesse non emergano motivi ostativi, rilascia specifico atto di assenso sottoscrivendo la richiesta di adozione inviata dal gestore della struttura convenzionata e ne invia una copia allo stesso.
  4. Ricevuto l'atto d'assenso, il gestore della struttura convenzionata, a spese del comune, provvederà ad eseguire le pratiche necessarie al cambio di intestazione del microcip.
  5. L'animale sarà consegnato al richiedente solo a seguito della conclusione delle procedure di passaggio di proprietà del cane dal Comune stesso.

 

Modulo richiesta adozione

 

Benessere con gli animali

L'Unione Valdera rinconosce nella Pet Therapy, uno strumento di co-terapia da affiancare alle cure tradizionali; ove possibile, promuove sul proprio territorio le attività di cura, riabilitazione e assistenza con l'impiego di animali.

Da diversi anni, presso l'Ospedale Lotti di Pontedera, è attivo "4 zampe in corsia", un progetto di Pet Therapy realizzato grazie al continuo impegno di Lions Club Pontedera e le associazioni Amici a 4 zampe e Antropozoa Onlus.