Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

unionevaldera@postacert.toscana.it
Unione Valdera

Allerta GIALLA rischio IDROGEOLOGICO IDRAULICO RETICOLO MINORE E TEMPORALI FORTI DALLE ORE 21 DI DOMENICA 11 APRILE ALLE ORE 23,59 DI LUNEDÌ 12 APRILE
In vista della Festa della Donna, la prima concreta iniziativa della nuova Commissione Pari Opportunità dell’Unione Valdera

In vista della Festa della Donna, la prima concreta iniziativa della nuova Commissione Pari Opportunità dell’Unione Valdera

La Festa della Donna si avvicina, ma non è certo una singola ricorrenza a muovere l’operato della nuova Commissione Pari Opportunità costituita in seno all’Unione Valdera che, da subito, individua nella valorizzazione delle differenze di genere, nel contrasto ad ogni discriminazione e nella promozione di tutte le attività legate al tema delle pari opportunità, la sua azione e la sua ragion d’essere.

E la neo Presidente della CPO, Chiara Boschi, insieme alle altre rappresentanti della Commissione non hanno certo perso tempo a lanciare la prima iniziativa, ovvero quella di coinvolgere tutti i Comuni dell’Unione nella pubblicizzazione del numero antiviolenza e antistalking, il 1522.

Il periodo di emergenza sanitaria ha infatti costretto a casa tante persone e, tra le mura domestiche (dove si consumano in effetti il maggior numero di violenze), si è verificata una crescita di episodi di maltrattamenti contro familiari o conviventi che occorre sempre segnalare.

Ecco spiegato il motivo per cui tanti manifesti con il numero in bell’evidenza e la sua utilità espressa in ben 8 lingue, campeggiano in luoghi e spazi pubblici di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Palaia e Pontedera.

Si tratta del primo passo mosso dalla nuova CPO che incontra il favore della Sindaca con delega alle Pari Opportunità dell’Unione, Arianna Cecchini: “Dopo lo stop obbligato dovuto alla pandemia,  abbiamo voluto che il lavoro della Commissione Pari Opportunità riprendesse – spiega la prima cittadina di Capannoli parlando a nome di tutti i colleghi dell’Unione - in un momento come quello che stiamo vivendo è ancora più importante lavorare sui temi delle diversità e garantire pari dignità in ogni situazione che chiunque di noi vive quotidianamente. Il nuovo gruppo che compone la Commissione è eterogeneo, con professionalità varie e molto motivato, sono sicura che sarà propositivo per tutto il nostro territorio”.

Insomma  comincia concretamente ad operare il nuovo organo rappresentativo della Commissione Pari opportunità che svolgerà un’azione seria e concreta per affermare la parità di genere e denunciare ogni sopruso ed ogni abuso.

Ecco, oltre alla Presidente della Commissione, Chiara Boschi, gli altri rappresentanti della commissione:
Rappresentanti politiche – Marianna Bosco (Comune CascianaTerme-Lari), Alice Cappellini (Comune di Capannoli),  Carla Cocilova (Comune di Pontedera), Francesca Di Bella (Comune di Buti), Monica Guerrini (Comune di Palaia), Eva Masoni (Comune di Calcinaia), Elena Tancredi (Comune di Bientina).
Rappresentanti della società civile: Dania Carpita, Serena Fanucchi, Simona Mattolini, Cecilia Robustelli, Maria Francesca Donati, Isabella Buonaguidi, Stela Hysa.